ORARI S.MESSE

Trovate gli orari sempre aggiornati
nel foglio settimanale


ORARI UFFICIO

Durante il periodo delle limitazioni per pandemia l’Ufficio parrocchiale rimane chiuso. Per prenotare le Sante Messe telefonare al 045 7570038 oppure in sacrestia al termine delle Messe.


SCRIVI AL PARROCO

Leggi

2010-04-02
QUARESIMA 2010
Venerdì Santo

2010-04-02

VENERDI' SANTO 2 APRILE - HO SETE

Dal Vangelo secondo Giovanni 19,25-30

Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: X «Donna, ecco tuo figlio!». C Poi disse al discepolo: X «Ecco tua madre!». C E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé.
Dopo questo, Gesù, sapendo che ormai tutto era compiuto, affinché si compisse la Scrittura, disse:
X «Ho sete». C Vi era lì un vaso pieno di aceto; posero perciò una spugna, imbevuta di aceto, in cima a una canna e gliela accostarono alla bocca. Dopo aver preso l’aceto, Gesù disse: X C «È compiuto!». E, chinato il capo, consegnò lo spirito.

RIFLESSIONE:

Molte sono le domande che possono affollare la nostra mente davanti al Crocifisso e davanti alla morte di qualche persona cara: qual'è il senso di questa morte? Cosa significa che Cristo è morto per i miei peccati? Io cosa centro e chi gliel'ha chiesto? Perchè proprio lui? Perchè proprio lei? Non ci sono tante risposte: Gesù è morto per amore. E' morto anche per te. A te tocca il compito di ascoltare Gesù che ancora oggi in tanti fratelli grida: "ho sete".

PREGHIAMO:

Cristo, pur essendo di natura divina,
non considerò un tesoro geloso la sua uguaglianza con Dio;
ma spogliò se stesso,assumendo la condizione di servo
e divenendo simile agli uomini.
Apparso in forma umana,

umiliò se stesso facendosi obbediente
fino alla morte e alla morte di croce.
Per questo Dio l’ha esaltato
e gli ha dato il nome
che è al di sopra di ogni altro nome;
perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi
nei cieli, sulla terra e sotto terra;e ogni lingua proclami
che Gesù Cristo è il Signore, a gloria di Dio Padre.

IMPEGNO:

Il mio modello può essere l'amore di Gesù che ama fino alla fine: ascolto attentamente in Chiesa la Passione secondo Giovanni e trovo un motivo valido per fare digiuno da qualcosa.



Indietro
LITURGIA DEL GIORNO
VAI AL VANGELO DEL GIORNO

SANTO DEL MESE

Santo Stefano Primo martire
26 dicembre

U.N.I.T.A.L.S.I.