ORARI S.MESSE

Trovate gli orari sempre aggiornati
nel foglio settimanale


ORARI UFFICIO

Durante il periodo delle limitazioni per pandemia l’Ufficio parrocchiale rimane chiuso. Per prenotare le Sante Messe telefonare al 045 7570038 oppure in sacrestia al termine delle Messe.


SCRIVI AL PARROCO

Leggi

2010-03-27
QUARESIMA 2010
Quinta settimana

2010-03-27

SABATO 27 MARZO - IL GIUDIZIO

Dal Vangelo secondo Giovanni 11,45-56

In quel tempo, molti dei Giudei che erano venuti da Maria, alla vista della risurrezione di Lazzaro credettero in lui. Ma alcuni andarono dai farisei e riferirono loro quel che Gesù aveva fatto.
Allora i sommi sacerdoti e i farisei riunirono il sinedrio e dicevano: “Che facciamo? Quest'uomo compie molti segni. Se lo lasciamo fare così, tutti crederanno in lui e verranno i Romani e distruggeranno il nostro luogo santo e la nostra nazione”.
Ma uno di loro, di nome Caifa, che era sommo sacerdote in quell'anno, disse loro: “Voi non capite nulla e non considerate come sia meglio che muoia un solo uomo per il popolo e non perisca la nazione intera”. Questo però non lo disse da se stesso, ma essendo sommo sacerdote profetizzò che Gesù doveva morire per la nazione e non per la nazione soltanto, ma anche per riunire insieme i figli di Dio che erano dispersi. Da quel giorno dunque decisero di ucciderlo.
Gesù pertanto non si faceva più vedere in pubblico tra i Giudei; egli si ritirò di là nella regione vicina al deserto, in una città chiamata Efraim, dove si trattenne con i suoi discepoli.
Era vicina la Pasqua dei Giudei e molti dalla regione andarono a Gerusalemme prima della Pasqua per purificarsi. Essi cercavano Gesù e stando nel tempio dicevano tra di loro: “Che ve ne pare? Non verrà egli alla festa?”.

RIFLESSIONE:

E' in questo punto del vangelo che Gesù viene condannato ma la condanna è effettuata da una persona, la più importante e tutti l'hanno seguita, lo stesso succede per te. Quante volte hai seguito le idee dell'amico più importante quello che ha più capacità anche se erano sbagliate? Quante volte nel tuo gruppo si tende a giudicare la persona più debole? forse non te ne rendi conto ma giudicando una persona in modo negativo giudichi anche Gesù.

PREGHIAMO:

Signore, quante volte a causa del mio giudizio si creano divisioni e discordie, le amicizie si rompono e soprattutto l'amicizia con te, aiutami ad essere più umile, rendi il mio cuore e la mia bocca sempre pronta a dire parole d'amore e di conforto.

IMPEGNO:

Oggi mi impegno a pensare questa frase nel mio cuore: "Gesù ti prego per quella persona ... aiutala a ..." ogni volta che incontro una persona cara. Questo per evitare i giudizzi.



Indietro
LITURGIA DEL GIORNO
VAI AL VANGELO DEL GIORNO

SANTO DEL MESE

Santo Stefano Primo martire
26 dicembre

U.N.I.T.A.L.S.I.