ORARI S.MESSE

Trovate gli orari sempre aggiornati
nel foglio settimanale


ORARI UFFICIO

Durante il periodo delle limitazioni per pandemia l’Ufficio parrocchiale rimane chiuso. Per prenotare le Sante Messe telefonare al 045 7570038 oppure in sacrestia al termine delle Messe.


SCRIVI AL PARROCO

Leggi

2009-12-18
In Cammino
AVVENTO 2009
secondo giorno della novena

2009-12-18

Terza Settimana di AVVENTO - Che cosa dobbiamo fare?

Venerdì 18 dicembre,  "Controcorrente"

Dal Vangelo secondo Matteo

Ecco come avvenne la nascita di Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, che era giusto e non voleva ripudiarla, decise di licenziarla in segreto. Mentre però stava pensando a queste cose, ecco che gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa, perché quel che è generato in lei viene dallo Spirito Santo. Essa partorirà un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati». Tutto questo avvenne perché si adempisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: Ecco, la vergine concepirà e partorirà un figlio che sarà chiamato Emmanuele, che significa Dio con noi. Destatosi dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l'angelo del Signore e prese con sé la sua sposa,

Commento

Che amore che ha Giuseppe per Maria! E che coraggio di cambiare completamente i propri piani ...! Giuseppe accoglie lo stesso Maria, anche se non si aspettava certo una situazione del genere. Ma come ci riesce? "Non temere" dice l'angelo a Giuseppe. "Non temere" ti dice Dio ogni giorno nella tua vita, di fronte a situazioni o barriere che sembrano insormontabili. In una società in cui si lapidavano le adultere, cosa c'è di peggio che sposare una donna che agli occhi della gente sembra incinta di un altro? Eppure Dio proprio lì si manifesta, proprio da lei nasce l'Emmanuel, il "Dio con noi". Affidarsi a Dio anche se la situazione appare impossibile da risolvere: così è Giuseppe, testimone semplice e silenzioso di una fede incrollabile in Dio. Con Giuseppe anche noi, oggi, in questa attesa, abbiamo la possibilità di credere alle promesse di Dio.

Preghiera

Colui che tutti avrebbero acclamato Messia aveva scelto te per avere un nome, te per una discendenza. Gesù, il figlio di Giuseppe. Così sarebbe stato chiamato il Figlio di Dio. E' vero, non era il frutto della tua carne, ma era il frutto della tua fede. Ti avrebbe chiamato "padre", e davvero tu saresti stato suo padre, non come ombra di Dio, il Padre, ma come vero padre. Grazie Giuseppe, perchè hai creduto al Dio dell'impossibile, hai accettato di farti buttare per aria la vita da Dio, hai creduto, sul serio, che Dio potesse servirsi della tua amata Maria per entrare nella storia. Rendici capaci di sognare, di lasciare che Dio cambi la vita anche a noi.

DOMANDA: ci sono scelte controcorrente in cui il Signore ti sta invitando a buttarti?



Indietro
LITURGIA DEL GIORNO
VAI AL VANGELO DEL GIORNO

SANTO DEL MESE

Sant'Andrea Apostolo
30 novembre

U.N.I.T.A.L.S.I.