ORARI S.MESSE

Trovate gli orari sempre aggiornati
nel foglio settimanale


ORARI UFFICIO

Durante il periodo delle limitazioni per pandemia l’Ufficio parrocchiale rimane chiuso. Per prenotare le Sante Messe telefonare al 045 7570038 oppure in sacrestia al termine delle Messe.


SCRIVI AL PARROCO

Leggi

2009-12-08
In Cammino
AVVENTO 2009

Seconda Settimana di AVVENTO - Raddrizzate i sentieri! 

Martedì 8 dicembre,  "Eccomi"

Dal Vangelo secondo Luca

Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria.
Entrando da lei, disse: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te». A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all'angelo: «Come è possibile? Non conosco uomo». Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio». Allora Maria disse: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l'angelo partì da lei.

Commento

Eccomi: Maria fa la sua scelta con umiltà e tanto coraggio. Pur non sapendo ciò a cui va incontro, si rende conto della grandezza di ciò che sta per accadere e, si mette completamente nelle mani del Signore perchè attraverso di lei si compia il suo disegno di salvezza. Maria non teme di donare tutta se stessa: attraverso il suo sì, Dio si fa carne, sposa l'umanità, si fa prossimo ad ogni uomo! Quante volte il Signore ogni giorno bussa alla nostra porta; altrettanti eccomi che possono scaturire dal nostro cuore. "Suonano? Presto, andiamo ad aprire: è Dio che viene ad amarci. Un'informazione?... eccola: è Dio che viene ad amarci. E'l'ora di metterci a tavola? Andiamoci: è Dio che viene ad amarci. Lasciamolo fare". Seguendo l'esempio di Maria, affidiamoci al Signore e preghiamolo affinchè ci dia la gioia di dire ogni giorno il nostro sì, e di seguire giorno dopo giorno la via che Lui ha pensato per noi.

Preghiera

Maria, donami la fede, una fede che mi faccia vedere tutto sotto un'altra luce, la tua luce; una fede che mi aiuti ad essere altruista; e ad accogliere e aiutare gli altri come fratelli; una fede che non tema i pericoli, e che mi permetta di accogliere con coraggio le proposte del Signore; una fede capace di camminare nella vita con pace, calma e gioia.

DOMANDA: quali sono gli "eccomi" importanti che il Signore mi sta chiedendo di dire?



Indietro
LITURGIA DEL GIORNO
VAI AL VANGELO DEL GIORNO

SANTO DEL MESE

Santo Stefano Primo martire
26 dicembre

U.N.I.T.A.L.S.I.